Mosca accusa l’Ucraina di “terrorismo nucleare” e ribadisce volontà di negoziare per la pace

RT – 06/12/2022

Mosca accusa l’Ucraina di “terrorismo nucleare” – RT Russia ed ex Unione Sovietica

 

Il ministro della Difesa russo afferma che l’esercito di Kiev ha deliberatamente bombardato l’impianto nucleare di Zaporozhye

L’Ucraina sta ricorrendo a tattiche pericolose prendendo deliberatamente di mira la centrale nucleare di Zaporozhye sul territorio russo, ha affermato il ministro della Difesa Sergey Shoigu.

In precedenza, Mosca ha detto che non avrebbe accettato alcun accordo di sicurezza che comporterebbe la consegna della struttura a terzi.

Rivolgendosi ad alti funzionari militari martedì, Shoigu ha accusato le forze ucraine di aver sparato 33 proiettili contro la centrale nucleare nelle ultime due settimane. Il ministro della difesa ha definito queste azioni come niente meno che “terrorismo nucleare”.

Secondo Shoigu, Kiev sta deliberatamente cercando di far sembrare probabile un disastro nucleare nel sito.

“Le nostre unità stanno prendendo tutte le misure [necessarie] per garantire la sicurezza della centrale nucleare di Zaporozhye”, Shoigu ha detto.

Mosca ha ripetutamente fatto accuse simili contro Kiev, con funzionari ucraini che negano costantemente di aver preso di mira la centrale elettrica e accusano la Russia dello stesso.

Lunedì, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha dichiarato al media RIA Novosti che “non si può parlare di alcun ritiro russo o trasferimento del controllo sull’impianto a terzi”. Ha insistito sul fatto che la struttura si trova sul territorio russo ed è completamente controllata dalle autorità del paese.

Ha continuato dicendo che solo Mosca “può garantire la sicurezza fisica e nucleare” dell’impianto.

Il commento di Zakharova è arrivato dopo che il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) Rafael Grossi ha dichiarato venerdì che qualsiasi accordo per la protezione della centrale nucleare di Zaporozhye comporterebbe il ritiro delle armi russe dai locali.

Grossi ha detto ai giornalisti italiani che si aspetta che un tale accordo sarà raggiunto “entro la fine dell’anno”, aggiungendo che Mosca “non è contraria a un accordo e al principio della protezione delle piante”.

La più grande centrale nucleare in Europa, la centrale di Zaporozhye è stata rilevata dalle forze russe all’inizio di marzo, giorni dopo che il Cremlino ha lanciato la sua operazione militare in Ucraina.

Questo autunno, quattro ex territori ucraini, le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, così come le regioni di Kherson e Zaporozhye, sono stati incorporati nella Russia a seguito di referendum.

A ottobre, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto che proclama la proprietà russa sull’impianto.

 

Nel frattempo la Russia conferma la sua disponibilità ai negoziati per eliminare le ragioni che l’hanno costretta a lanciare un’operazione militare speciale in Ucraina. Lo ha affermato oggi in una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il rappresentante permanente della Federazione russa presso l’organizzazione mondiale Vassily Nebenzia.

“Durante il dibattito sulla crisi ucraina nell’Assemblea Generale, registriamo l’interesse della stragrande maggioranza dei paesi membri per una soluzione diplomatica della situazione in Ucraina. Rispondiamo a questi segnali nel modo più serio e confermiamo la nostra disponibilità ai negoziati, il cui scopo sarebbe quello di eliminare le ragioni che ci hanno costretto a lanciare un’operazione militare speciale in Ucraina”.

“Questa logica è compresa da quasi tutti gli stati, ad eccezione dei paesi dell’Occidente collettivo e del regime di Kiev”, ha aggiunto.  (Небензя заявил о готовности России к переговорам для урегулирования на Украине)

L’articolo Mosca accusa l’Ucraina di “terrorismo nucleare” e ribadisce volontà di negoziare per la pace proviene da .

Powered by WPeMatico