Lavrov: “L’Europa costruisce la sicurezza contro la Russia”

Evgeny Mikhaylov – Sputnik News – 01/12/2022

Lavrov: l’Europa costruisce la sicurezza non con la Russia, ma contro di essa – 01.12.2022, Sputnik International (sputniknews.com)

 

Il diplomatico russo ha osservato che le politiche della NATO in Europa sono degradate all’era della Guerra Fredda, poiché Washington è decisa a esercitare il controllo totale sull’UE, quindi qualsiasi cooperazione significativa tra Russia ed Europa è improbabile nel prossimo futuro.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato che l’UE sta cercando di creare un sistema di sicurezza contro la Russia, non con essa.

Nel suo rapporto sulle questioni di sicurezza europee, il ministro degli Esteri ha sottolineato che il vecchio formato delle relazioni tra Russia e Occidente è scomparso. Lavrov ha aggiunto che non è sicuro che sia possibile ripristinare la cooperazione tra la Russia e l’UE sulla questione della sicurezza europea, ma Mosca è pronta ad ascoltare ciò che i paesi occidentali hanno da dire.

“Se i nostri colleghi occidentali capiranno i loro errori ed esprimeranno disponibilità a tornare alla discussione dei documenti che abbiamo proposto a dicembre, penso che sarà un fattore positivo. Anche se dubito che avranno la forza e la volontà di farlo, ma se accadrà, allora ovviamente saremo pronti a tornare alla discussione “, ha detto Lavrov.

Lavrov ha ricordato le parole del primo segretario generale della NATO, Lord Hastings Lionel Ismay, che ha descritto la politica centrale dell’alleanza riguardo all’Europa come “tenere fuori l’Unione Sovietica, gli americani dentro e i tedeschi giù”.

Esercitazione USA “Saber Junction” nell’area militare di Hohenfels vicino a Ratisbona, nel sud della Germania © AP Photo / Matthias Schrader

“Ciò che sta accadendo ora significa che la NATO sta tornando a quelle priorità concettuali che sono state sviluppate 73 anni fa. Nulla è cambiato: vogliono tenere i russi fuori dall’Europa, gli americani hanno già ridotto in schiavitù tutta l’Europa, e non solo i tedeschi, ma l’intera Unione europea. Quindi, la filosofia del dominio e dei vantaggi unilaterali non è scomparsa da nessuna parte dopo la fine della Guerra Fredda “, ha detto.

Organizzazioni decadenti

Il diplomatico ha anche approfondito il triste stato delle organizzazioni intergovernative europee, osservando che le politiche occidentali hanno paralizzato irreparabilmente il Consiglio d’Europa, mentre l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa soffre anche di molteplici problemi.

Ha osservato che la Svezia, che ha presieduto l’OSCE l’anno scorso, ha abbandonato una posizione equilibrata e ha facilitato la sottomissione dell’organizzazione da parte di Washington e Bruxelles.

“Naturalmente, la missione speciale di monitoraggio dell’OSCE in Ucraina ha contribuito a screditare il lavoro dell’OSCE in Ucraina, che, in grave violazione del suo mandato, non ha risposto alle quotidiane violazioni degli accordi di Minsk da parte delle Forze armate ucraine. La missione OSCE si è essenzialmente schierata con il regime di Kiev”, ha sottolineato Lavrov, osservando che dopo la chiusura della missione è stato rivelato che i suoi funzionari hanno collaborato con i servizi speciali occidentali.

Nel frattempo, la Polonia, che l’ha presieduta nel 2022, sta “scavando una fossa” per l’OSCE, minando qualsiasi consenso che è rimasto lì, ha detto.

“Posso dire responsabilmente che l’anti-presidenza polacca nell’OSCE occuperà un posto molto poco attraente nella storia di questa organizzazione. Nessuno ha mai fatto un tale danno all’OSCE al suo timone”, ha detto Lavrov ai giornalisti.

Un osservatore internazionale dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) si trova accanto a un'auto distrutta dopo un bombardamento durante un giro di ispezione vicino al villaggio di Shirokino - Sputnik International, 1920, 01.12.2022
Un osservatore OSCE) accanto a un’auto distrutta dopo un bombardamento durante un giro di ispezione vicino al villaggio di Shirokino © AFP 2022 / DIMITAR DILKOFF

Lo spazio di sicurezza in Europa si sta frammentando e la stessa OSCE sta diventando un’entità emarginata, ha aggiunto il diplomatico.

All’inizio della giornata, la conferenza annuale del 29° Consiglio dei ministri dell’OSCE è iniziata nella città polacca di Lodz. Varsavia non ha permesso a Lavrov di prendere parte alla riunione, in quanto ritiene necessario “assolutamente isolare” la Russia nell’arena internazionale durante le sue operazioni militari in Ucraina, secondo l’alto diplomatico polacco Pawel Jablonski.

L’articolo Lavrov: “L’Europa costruisce la sicurezza contro la Russia” proviene da .

Powered by WPeMatico