Horowitz: i dati del CDC mostrano che VAERS è la punta dell’iceberg delle lesioni da vaccino

Daniel Horowitz – Conservative Review – 18/11/2022 (traduzione automatica)

Horowitz: i dati del CDC mostrano che VAERS è la punta dell’iceberg delle lesioni da vaccino – Conservative Review

 

Il problema più grave e imminente che affligge questo paese [gli Stati Uniti] non è stato nemmeno menzionato negli exit poll. È la questione delle “morti improvvise”. Ogni giorno, scopriamo più ricerche schiaccianti sull’entità della morte e delle lesioni dai colpi che fino ad oggi sono promossi dal governo come mai prima d’ora. Ora, cosa intendono fare i repubblicani, con il loro controllo della Camera e di metà dei governi statali? Qual è il loro piano per fermare le vaccinazioni, risarcire le vittime e garantire che questa tecnologia venga fermata da ulteriori sviluppi? In effetti, non solo i repubblicani non riescono nemmeno a discutere di questo problema, ma la maggior parte dei dipartimenti sanitari dello stato rosso stanno ancora promuovendo le vaccinazioni. Anche l’Australia sta tirando i vaccini per giovani di età inferiore ai 30 anni. La Florida rimane ancora l’unico stato negli Stati Uniti a farlo.

Sapevamo fin dal primo giorno della campagna vaccinale che VAERS stava mostrando profondità, ampiezza e portata senza precedenti delle lesioni da vaccino. Ecco le attuali linee principali, per gentile concessione di Open VAERS (un cane da guardia, non un sito governativo), che includono i non americani:

Fin dal primo giorno, questo colpo ha schiacciato i limiti superiori dei livelli di allarme tipici dei sistemi di farmacovigilanza che in genere innescano una cessazione automatica dell’autorizzazione del prodotto. Invece ha continuato ad essere finanziato, promosso e mandato in alcuni casi.

Sapevamo anche che quei terribili livelli di lesioni erano probabilmente sottostimati, ma non potevamo mettere il dito sul livello esatto. Bene, ora grazie ai dati V-SAFE rilasciati dal tribunale dal CDC, possiamo dimostrare che VAERS è probabilmente sottostimato di un fattore 26. Grazie all’assiduo lavoro dell’avvocato Aaron Siri per conto dell’Informed Consent Action Network, ora sappiamo che il CDC stava monitorando le lesioni da vaccino attraverso il suo programma V-SAFE in cui oltre 10 milioni di americani hanno accettato di tracciare i loro eventi avversi e segnalarli al CDC tramite un’app telefonica. Tra questi 10 milioni di persone, ci sono stati oltre 70 milioni di eventi avversi e quasi l’8% dei 10 milioni ha dovuto cercare assistenza medica, spesso più volte, per affrontare la lesione o il disturbo. Circa un quarto di tutte le persone ha dovuto perdere il lavoro il giorno successivo. E 4,2 milioni dei 70 milioni di disturbi sono stati classificati come gravi. Si tratta di dati concreti che sono stati nelle mani del CDC per oltre un anno e mezzo, e non sono stati divulgati al pubblico.

Ora, i ragazzi di Open VAERS hanno scoperto un modo per interrogare quanti di quelli con voci V-SAFE hanno compilato un rapporto VAERS. Ecco cosa hanno trovato:

Il campo SPLTTYPE in VAERS ci consente di vedere quali report provengono da V-Safe. Questo non è un campo che puoi cercare in Wonder, tuttavia puoi cercarlo sul sito web OpenVAERS. E abbiamo una nuova pagina che analizza i sintomi e gli eventi di V-Safe.

Poiché 782.913 partecipanti a V-Safe hanno richiesto cure mediche, 782.913 partecipanti a V-Safe avrebbero dovuto ricevere una telefonata che diceva loro di compilare un rapporto VAERS e ci dovrebbero essere 782.913 rapporti in VAERS contrassegnati come “vsafe”.

Non è quello che è successo. Invece, ci sono solo 30.492 rapporti V-Safe in VAERS.

30.492 (rapporti VAERS effettivi da v-Safe) / 782.913 (feriti che sono stati istruiti a presentare un rapporto) = 3,89% del numero che dovrebbe essere lì. O, espresso in un altro modo, un URF di 26x. E questo è tutto gente. Questo è il sottonumero.

La dottoressa Jessica Rose ha maggiori dettagli sul suo Substack.

Tieni presente che questo è un URF di 26 per le lesioni più sostanziali che hanno richiesto cure mediche. Si può tranquillamente supporre che il fattore di sottostima sia ancora maggiore per le lesioni più lievi. Ma queste sono persone che hanno riportato lesioni nell’app CDC, ma non hanno ancora presentato un rapporto VAERS. Questo ci dà un solido numeratore e denominatore direttamente dal CDC su un ampio campione che mostra che solo 1 su 26 dei danneggiati da vaccino, in media, ha compilato un rapporto VAERS. Ora esaminiamo alcune delle prime linee VAERS solo per gli Stati Uniti:

Se si moltiplicano questi numeri per 26, nel tentativo di catturare una stima approssimativa del probabile universo di danni da vaccino negli Stati Uniti, questa sarebbe l’entità della vera morte e lesioni:

  • 392.496 morti!
  • 1,852 milioni di ricoveri
  • 2,751 milioni di visite urgenti
  • 4,55 milioni di visite mediche
  • 61.750 anafilassi
  • 154.336 Paralisi di Bell
  • 47.164 aborti spontanei
  • 161.226 attacchi cardiaci
  • 237.848 miocardite/pericardite
  • 205.062 tegole
  • 349.674 feriti mortali

Mentre certamente nessuno di questi numeri è esatto e riflette semplicemente estrapolazioni di un URF top-line che probabilmente non è uniforme in ogni disturbo, è l’URF medio del programma di farmacovigilanza del CDC. Anche se i numeri fossero un quarto o un quinto di queste prime linee, rappresenterebbe un genocidio governativo di proporzioni epiche. Ora potrebbe benissimo essere che l’URF sia più basso per la morte che per le lesioni (V-SAFE non ha tracciato i decessi), ma Ethical Skeptic ha stimato quasi esattamente 400.000 morti inspiegabili basate sui dati di mortalità del CDC.

Inoltre, il Regno Unito ha registrato 23.287 decessi in eccesso non COVID negli ultimi sette mesi, che estrapolati per la popolazione degli Stati Uniti sarebbero quasi 115.000 decessi in eccesso negli Stati Uniti. Non è quindi oltre il limite considerare che il bilancio delle vittime di 22 mesi potrebbe essere almeno tre volte superiore, in particolare l’anno scorso quando sono stati somministrati più vaccini. Ciò suggerirebbe anche un bilancio delle vittime nei 300.000 superiori. Ma ancora una volta, anche se l’URF ha solo 10 anni o giù di lì, dovrebbe scuotere la nostra coscienza e generare TrialsAndExecution.com immediata.

Questi numeri si allineano strettamente anche con altri punti dati in tutto il mondo. Ad esempio, uno studio retrospettivo trasversale su circa 1.000 ragazzi dai 12 ai 18 anni che hanno ricevuto vaccini COVID in Arabia Saudita ha rilevato che l’1,265% delle persone nel campione di studio è stato ricoverato in ospedale, che, estrapolato per la popolazione degli Stati Uniti, sarebbe di 2,82 milioni di persone (come percentuale di coloro che hanno ricevuto i vaccini a livello nazionale). Ciò si adatterebbe all’estrapolazione di cui sopra a seconda di dove si traccia la linea tra cure urgenti e ricoveri. Sulla base dei dati assicurativi provenienti dalla Germania, ho già estrapolato che se la stessa percentuale negli Stati Uniti cercasse cure mediche per lesioni, ammonterebbe a oltre 9 milioni di pazienti. Questo è all’incirca ciò che si ottiene se si contano i numeri VAERS per ospedalizzazione, cure urgenti e visite mediche moltiplicati per l’URF di 26 da V-SAFE.

Se questo è il grado di danno cataclismico causato negli Stati Uniti, potete immaginare l’entità delle morti e dei danneggiati in tutto il mondo? Si consideri il fatto che 646 milioni di dosi sono state somministrate negli Stati Uniti.

Se 646 milioni di dosi hanno potenzialmente provocato 392.000 morti, quanti decessi si sono verificati a livello globale dopo la somministrazione di 12,94 miliardi di dosi? Supponendo che il tasso di lesioni sia all’incirca lo stesso e uniforme, ciò equivarrebbe a 7,855 milioni di morti per COVID a livello globale. Se si estrapola globalmente il tasso di lesioni a livello clinico negli Stati Uniti – definito da una visita medica, una visita di assistenza urgente o il ricovero in ospedale – ciò aggiungerebbe fino a 183 milioni di lesioni da vaccino COVID a livello clinico nel mondo.

Ovviamente, questo è un calcolo di back-of-the-tovagliolo, ma anche se i numeri sono una frazione di questa somma, sarebbe un genocidio di proporzioni epiche. In ogni caso, questo dovrebbe essere il problema più emergente del nostro tempo.

Com’è possibile che questi vaccini vengano ancora somministrati negli stati rossi? Com’è possibile che i repubblicani non abbiano promesso nemmeno di indagare sulle lesioni, tanto meno di chiudere questa tecnologia? Ricorda, Pfizer e Moderna hanno numerosi altri vaccini in fase di sviluppo (incluso anche un vaccino contro l’overdose di fentanil!) che ora approveranno senza legittime sperimentazioni umane. Com’è possibile che Trump continui a evitare questo problema e persino a lodare i vaccini come il suo più grande successo?

A differenza dell’aborto, la maggior parte delle persone non ha un consenso illuminato su questi scatti. Anche quando non sono obbligatori, sono ancora fortemente incoraggiati in così tanti contesti, e a molte persone vengono negate procedure o trapianti di organi senza di loro. In che modo questo non è il più grande problema pro-vita di tutti i tempi? Eppure non si registra nemmeno come numero #100 nella mente dei nostri signori repubblicani. Le elezioni contano dopo tutto?

L’articolo Horowitz: i dati del CDC mostrano che VAERS è la punta dell’iceberg delle lesioni da vaccino proviene da .

Powered by WPeMatico