Fur of Love (Fol), arriva la label per certificare le pellicce vintage

Edizioni Green Planner – 11/11/2022

Al via un progetto per proteggere l’ambiente attraverso il recupero dei capi pre loved di pelo e pelliccia: obiettivo certificare e indossare pellicce del secolo scorso, evitando così che finiscano in discarica o inceneritori. Un evento iscritto alla Settimana europea per la riduzione dei rifiuti (Serr), patrocinata dal Parlamento Europeo

Martedì 22 novembre, a partire dalle 10, in diretta streaming sul canale Youtube di GreenPlanner si terrà un Webinar di approfondimento su un tema fashion delicato sia dal punto di vista ambientale che animalista: che fare delle vecchie pellicce?

Buttarle significa creare inquinamento e spesso c’è anche un tema di affettività al capo (si eredita da mamme, nonne, zie…). L’evento di sensibilizzazione, rivolto a giovani studenti, esperti del settore fashion e professionisti e/o cultori del vintage, punta a favorire lo sviluppo di un’industria consapevole, circolare e inclusiva.

Sappiamo che il tema è molto delicato – spiega M.Cristina Ceresa, direttore di GreenPlanner – e noi stessi abbiamo a cuore gli animali. E soprattutto siamo contro gli allevamenti da pelliccia e concordi nella chiusura assoluta in Italia come all’estero. Ma stiamo anche lavorando per salvare qualsiasi indumento dalla discarica e sviluppare un artigianato consapevole e capace di dare nuova vita alle vecchie pellicce”.

Ecco perché Edizioni Green Planner ha pensato a un’etichetta che dica chiaramente: “Questa pelliccia è vecchia e noi vogliamo indossarla al meglio. Perché recuperare una pelliccia significa onorare gli animali che sono stati sacrificati e, insieme, sensibilizzare nuove e vecchie generazioni al rispetto delle risorse”.

Passamano

La label, realizzata con il supporto tecnico di Epson, è disponibile a questo link (https://www.greenplanner.it/2022/08/08/fur-of-love-label-pellicce-antiche/): gli aderenti alla campagna possono ordinarla per riceverla a casa e cucirla sul proprio capo in pelliccia. Da quel momento in poi, il capo sarà certificato Fol.

Comunicare vuol dire rendere consapevoli e responsabili. L’etichetta ha un ruolo importante – afferma Luca Cassani, corporate sustainability manager di Epson Italia – arricchiamola di informazioni e stampiamone il giusto quantitativo. La qualità e lotta allo spreco si fa anche con le etichette on demand”.

Tra i relatori presenti al webinar di martedì 22 novembre si segnalano:

  • Ilaria Amato, giornalista docente MfI
  • Luca Cassani, corporate sustainability manager Epson Italia (sponsor tecnico)
  • Elena Ferrero, Ceo Atelier Irene Ivoi, esperta di strategia di economia circolare e nudge
  • Aurora Magni, titolare del corso di Sostenibilità dei sistemi industriali presso la scuola di ingegneria gestionale della Liuc e presidente e cofondatore di Blumine
  • Laboratorio Manuel Rossi e Sabelle, sartorie specializzate in lavorazione pellicce vintage
  • Olivia Spinelli, coordinamento e direzione creativa Ied Moda Milano

Rammentiamo che l’iniziativa – iscritta alla Serr – si terrà in diretta sul canale Youtube di Edizioni Green Planner, martedì 22 novembre dalle 10 alle 12.

L’articolo Fur of Love (Fol), arriva la label per certificare le pellicce vintage proviene da .

Powered by WPeMatico