Centrale nucleare di Zaporozhye, Medvedev (Russia): “Kiev e l’Occidente vogliono un’altra Chernobyl”

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitry Medvedev, ha accusato le autorità ucraine e l’Occidente di un tentativo di inscenare un disastro simile a Quello di Chernobyl nella centrale nucleare di Zaporozhye. Con una capacità di circa 6.000 megawatt, la centrale nucleare di Zaporozhye ha generato un quarto dell’elettricità dell’Ucraina. Dal 1996 fa parte della società ucraina di generazione di Energoatom. Nel marzo 2022, le forze russe hanno stabilito il controllo della struttura. Ora, la centrale nucleare sta operando al 70% della sua capacità a causa dell’eccesso di offerta di elettricità sui territori liberati della regione di Zaporozhye.

“Le feccia di Kiev e i loro sostenitori occidentali sembrano essere pronti a mettere in scena un’altra Chernobyl. Razzi e proiettili stanno cadendo sempre più vicino ai reattori della centrale nucleare di Zaporozhye e agli impianti di stoccaggio di isotopi radioattivi “, ha scritto Medvedev sul suo canale Telegram venerdì. Ha respinto le accuse della Russia dietro questi attacchi come “sciocchezze al cento per cento”.

“Anche l’ONU non ci crede”, ha sottolineato Medvedev.

La centrale nucleare di Zaporozhye, situata nella città di Energodar, è attualmente sotto il controllo dell’esercito russo. Negli ultimi giorni, le forze ucraine hanno effettuato una serie di attacchi contro il suo territorio, utilizzando droni, artiglieria pesante e lanciarazzi multipli. Nella maggior parte dei casi, gli attacchi sono stati sconvolti dai sistemi di difesa aerea, ma diversi proiettili hanno colpito alcune infrastrutture e l’area di stoccaggio delle scorie nucleari.

MOSCA, 12 agosto. /TASS/

Medvedev incolpa Kiev, Ovest per i tentativi di mettere in scena un’altra Chernobyl a Zaporozhye NPP – Russian Politics & Diplomacy – TASS

L’articolo Centrale nucleare di Zaporozhye, Medvedev (Russia): “Kiev e l’Occidente vogliono un’altra Chernobyl” proviene da .

Powered by WPeMatico