Il responsabile del vaccino COVID israeliano: “Io stesso danneggiato dal vaccino Pfizer”

Il professor Shmuel Shapira MD MPH (dottore in medicina con master in sanità pubblica oltre alla carica di colonnello), che è stato direttore dell’Israel Institute for Biological Research tra il 2013 e il 2021, ha affermato che l’epidemia di vaiolo delle scimmie è collegata ai vaccini a mRNA.

L’articolo che segue è ripreso nella nostra traduzione (redazione del blog di Sabino Paciolla, ndr) dal substack di KanekoaTheGreat, un giornalista investigativo. 

Il professor Shmuel Shapira, M.D., MPH, è stato direttore generale dell’Israel Institute for Biological Research (IIBR) tra il 2013 e il 2021, dove ha guidato gli sforzi di Israele per sviluppare un vaccino contro il coronavirus.
Il Prof. Shapira è anche il fondatore e capo del Dipartimento di Medicina Militare della Facoltà di Medicina della Hebrew University e del Corpo Medico dell’IDF. È Senior Research Fellow presso l’Istituto Internazionale per l’Antiterrorismo (ICT) dell’Università Reichman in Israele.
In precedenza, Shapira è stato vicedirettore generale dell’Organizzazione medica Hadassah e direttore della Scuola di salute pubblica Hadassah dell’Università Ebraica. È colonnello ordinario (Res.) delle Forze di Difesa Israeliane (IDF) e ha ricoperto il ruolo di capo della sezione traumi dell’IDF.
Ha pubblicato più di 110 articoli scientifici con revisione paritaria ed è l’editore di Essentials of Terror Medicine, Best Practice for Medical Management of Terror Incidents e Medical Response to Terror Threats.

La scorsa settimana Twitter ha censurato il Prof. Shapira – che è stato “fisicamente danneggiato” dopo il terzo vaccino Pfizer – e lo ha costretto a rimuovere un post che diceva: “I casi di vaiolo delle scimmie sono stati rari per anni. Negli ultimi anni è stato documentato un solo caso in Israele. È ormai assodato che i vaccini a mRNA influenzano il sistema immunitario naturale. Un’epidemia di vaiolo delle scimmie in seguito a una vaccinazione massiccia di covid: *Non è una coincidenza”.

 

Traduzione del tweet: “Prof. @shmuelcshapira capo dell’Israel Biological Institute (la più alta carica medico-scientifica in Israele) ha pubblicato un post sulla connessione tra il vaiolo delle scimmie e il tu-sai-cosa. Twitter ha bloccato il suo account e lo ha costretto a cancellarlo. Ne sanno più di lui di biologia”

 

Il Prof. Shapira, che ha aperto il suo account Twitter nel gennaio 2022, è diventato sempre più critico nei confronti dei vaccini a mRNA da quando ha denunciato per la prima volta il premio Genesis israeliano consegnato al CEO di Pfizer, Albert Bourla.
Il 18 gennaio 2022 Shapira ha dichiarato (tradotto dall’ebraico da Google): “Il Premio Genesis israeliano è stato dato all’amministratore delegato di Pfizer, così miserabile, invece di darlo a uno scienziato israeliano, e tutto questo per un vaccino mediocre e di breve durata che ha fruttato alla Pfizer un profitto di miliardi, un miserabile ed esiliato. Bourla sarà ora nominato Re di Israele. Vi ricordo che Israele vaccinato è al quarto posto per numero di malati di corona-virus nel mondo. C’è un campionato!”.
Il 6 febbraio 2022 Shapira ha chiesto: “Che voto dareste a un vaccino con cui le persone vengono vaccinate tre volte e si ammalano due volte (ad oggi)? Per non parlare dei significativi effetti collaterali”.
Il 9 aprile 2022 Shapira ha dichiarato: “L’amministratore delegato dell’azienda, i cui milioni di vaccini sono stati utilizzati in Israele per le vaccinazioni, ha dichiarato in un’intervista alla NBC che Israele funge da laboratorio mondiale. Per quanto ne so, questo è il primo caso nella storia in cui le cavie sperimentali hanno pagato una tariffa esorbitante per la loro partecipazione“.
Il 13 maggio 2022 Shapira ha dichiarato: “Ho ricevuto 3 vaccinazioni, sono stato danneggiato fisicamente in modo molto significativo come molti altri sono stati lesionati. E inoltre, la mia fiducia nella natura delle decisioni e nei processi per prenderle è stata gravemente erosa. Nessuno ha chiesto e controllato. Mi batterò con tutte le mie forze affinché vengano date risposte veritiere su tutte le decisioni e non solo sul vaccino”.
Il 7 giugno 2022 Shapira ha dichiarato: “Stiamo parlando del quinto vaccino in due anni e mezzo, quando il vaccino è previsto per la sequenza da gennaio 2020 (il bisnonno del bisnonno delle varianti attuali). Un vaccino che non previene l’infezione non previene la morbilità. E si presume che gli vengano attribuiti effetti collaterali a dir poco significativi. Perché? Qual è la logica? Quale autorità lo ha approvato? E non dite che previene una malattia grave, nessuno lo ha dimostrato“.
L’8 giugno 2022 Shapira ha dichiarato: “Continuerò a chiedere perché dare un quinto vaccino obsoleto che non previene le malattie e a quanto pare causa molti effetti collaterali comuni e significativi“.
Il 5 luglio 2022 Shapira ha parlato del “figlio di un amico australiano di 36 anni” che ha sviluppato “gravi aritmie ventricolari ed è andato in insufficienza cardiaca” solo “giorni dopo il secondo vaccino Pfizer”.
“Il risarcimento è automatico da parte del governo australiano”, ha detto. “Nonostante il comportamento del loro governo, ammettono il collegamento e la frase ‘nessun collegamento’ non compare nel lessico”.
Il 15 luglio 2022 Shapira ha condiviso un grafico dei tassi di COVID del Nuovo Galles Meridionale che mostra un aumento del rischio di infezione da COVID con ogni nuova dose di vaccino mRNA e ha commentato: “Secondo i dati ufficiali dell’Australia, più ci si inietta il vaccino e più è probabile che ci si ammali, dato che la quarta iniezione aumenta drasticamente le probabilità”. In base a questo studio si suppone che si tratti di un “anti-vaccino”, almeno secondo quanto mi è stato insegnato”.

Il 18 luglio 2022 Shapira ha dichiarato: “Io non sono un anti-vaccini, sono un anti-stupidità, anti-falsa scienza e anti-gestione incompetente”.
Il 28 luglio 2022 Shapira ha dichiarato: “T mi ha avvertito di rimuovere il T che collega MP a C. Ogni giorno capisco meglio dove viviamo e in quale anno”.
In altre parole, Twitter gli ha intimato di rimuovere il tweet che collegava il vaiolo delle scimmie al vaccino COVID.
Il 31 luglio 2022 Shapira ha condiviso un link sui rapporti degli eventi avversi del vaccino COVID di OpenVaers, che mostrava un totale di 1.357.937 segnalazioni, tra cui 170.151 ricoveri e 29.790 decessi, sul quale ha semplicemente commentato: “Sicuro ed efficiente”.

In sintesi, in qualità di direttore generale dell’Israel Institute for Biological Research, il professor Shmuel Shapira potrebbe essere il medico-scienziato di più alto livello al mondo a criticare apertamente i vaccini COVID.
L’Israel Institute for Biological Research è nato nel 1952 come istituto di ricerca governativo, fondato da un gruppo di scienziati delle Israel Defense Forces.
Da allora, l’IIBR è impegnato in attività di ricerca e sviluppo nei campi della biologia, della chimica e delle scienze ambientali, al fine di fornire allo Stato di Israele capacità di difesa contro le armi chimiche e biologiche.
In un mondo post-lockdown, in cui i governi si coordinano sempre più spesso con Twitter, Facebook e YouTube, per censurare le critiche ai vaccini COVID, anche medici-scienziati di alto livello vengono messi a tacere per aver parlato della scienza che contrasta la narrativa dell’industria farmaceutica.
Si spera che il professor Shmuel Shapira – che in passato è stato il più importante scienziato militare israeliano per la ricerca sulle armi chimiche e biologiche – possa ora fissare i suoi obiettivi sui vaccini COVID a base di mRNA e portare maggiore attenzione sulla morte e la distruzione che stanno causando a molti in tutto il mondo.

 

Traduzione del tweet del prof. Shapira: “Miocardite, aritmie fatali, aumento del 20% degli ictus, facialis, Herpes Zoster, tinnito (ronzio alle orecchie), emorragie eccessive a livello ginecologico, vaiolo delle scimmie, effetti collaterali a lungo termine oscurati.
Non preoccupatevi. Siate felici.”

 

L’8 giugno 2020, il Primo Ministro Benjamin Netanyahu ha parlato in videoconferenza con il Direttore generale dell’Israel Institute for Biological Research, Prof. Shmuel Shapira, e si è congratulato con lui per i progressi compiuti nello sviluppo di un vaccino contro il nuovo coronavirus.

Il 6 agosto 2020, il Ministro della Difesa israeliano Benny Gantz, a sinistra, parla con il Prof. Shmuel Shapira presso il laboratorio IIBR di Ness Ziona.

Il 1° novembre 2020, presso i centri medici Hadassah e Sheba, sono iniziati gli studi clinici per il vaccino israeliano BriLife COVID sviluppato all’IIBR.

Redazione Blog di Sabino Paciolla

05/08/2022

Esplosive dichiarazioni del responsabile del vaccino COVID israeliano, danneggiato lui stesso dal vaccino Pfizer – Il blog di Sabino Paciolla

L’articolo Il responsabile del vaccino COVID israeliano: “Io stesso danneggiato dal vaccino Pfizer” proviene da .

Powered by WPeMatico