Wang Yi (Cina): “La visita a Taiwan di Nancy Pelosi è stata una farsa assoluta”

Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha definito mercoledì la recente visita della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi a Taiwan come una “farsa assoluta”.

“Questa è una farsa assoluta”, ha detto il ministero degli Esteri cinese a Wang Yi durante la 55a riunione dei ministri degli Esteri dell’ASEAN in Cambogia.

“Gli Stati Uniti sotto la bandiera della democrazia stanno interferendo in modo invadente negli affari interni della Cina, mentre Tsai Ing-wen [il capo dell’amministrazione di Taiwan] e le sue forze alleate che sostengono l’indipendenza di Taiwan, hanno preso il controllo degli Stati Uniti e tradito gli interessi nazionali”, ha aggiunto.

Il presidente della Camera degli Stati Uniti è arrivato a Taiwan martedì sera, nonostante le proteste di Pechino. La visita è stata il primo viaggio di un funzionario statunitense di questo rango negli ultimi 25 anni. La Cina ha ripetutamente avvertito che il viaggio, se dovesse aver luogo, non sarà lasciato senza conseguenze e seguiranno misure dure.

Taiwan è governata dalla sua amministrazione locale dal 1949, quando le restanti forze del Kuomintang guidate da Chiang Kai-shek (1887-1975) furono sconfitte nella guerra civile cinese e si rifugiarono sull’isola. Taiwan ha conservato la bandiera e molti altri simboli della Repubblica di Cina che esistevano prima che i comunisti prendessero il controllo della terraferma. Secondo la posizione ufficiale della Cina sostenuta dalla maggior parte dei paesi, compresa la Russia, l’isola di Taiwan è una delle province della Cina.

PECHINO, 3 agosto. /TASS/

Il massimo diplomatico cinese Wang Yi bolla la visita di Pelosi a Taiwan come “farsa assoluta” – World – TASS

 


 

I politici che intendono capitalizzare sulla questione di Taiwan dovranno affrontare contraccolpi
Nancy Pelosi (foto AFP)

Quando le tensioni nello Stretto di Taiwan continuano ad aumentare a seguito del controverso viaggio della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi sull’isola, alcuni legislatori e politici di alcuni alleati degli Stati Uniti sembrano desiderosi di seguire l’esempio e mettere in piedi lo stesso brutto spettacolo.

La commissione per gli affari esteri della Camera dei Comuni del Regno Unito sta pianificando una visita a Taiwan probabilmente a novembre o all’inizio di dicembre, ha riferito Il Guardian lunedì. Il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis ha twittato mercoledì che “Ora Pelosi ha aperto la porta a Taiwan molto più ampiamente, sono sicuro che altri difensori della libertà e della democrazia passeranno molto presto”.

Questi politici superficiali possono pensare a Taiwan come un posto dove venire a scattare alcune foto e poi pubblicare online per mettersi in mostra, un modo per aumentare l’esposizione e molto probabilmente guadagnare guadagni personali. Ma se la pensano in questo modo, allora questi politici stanno trattando le relazioni internazionali come un gioco da ragazzi. Non esitano a sacrificare gli interessi del loro paese per interessi personali.

Anche la Gran Bretagna sta affrontando la difficile situazione del separatismo. Sarebbe accettabile per la Gran Bretagna se i funzionari cinesi esprimessero il loro sostegno all’indipendenza scozzese? Tali sentimenti si applicano alla questione di Taiwan, ha detto Wang Shuo, professore presso la School of International Relations della Beijing Foreign Studies University.

“Nel Regno Unito, per il momento, sembra che i politici possano ottenere più sostegno se si comportano in modo più estremo. In una tale atmosfera politica, quei legislatori britannici potrebbero spingere a giocare la “carta di Taiwan” per cercare più interessi politici”.

È evidente che fino ad ora, la maggior parte di coloro che sono interessati a visitare l’isola cinese di Taiwan sono legislatori delle legislature nella separazione dei poteri nei paesi occidentali.

Molti osservatori nell’isola di Taiwan hanno un quadro chiaro della visita di Pelosi: non andrà a beneficio di Taiwan, ma innescherà solo le contromisure della Cina continentale. “Questo non è altro che un goffo gioco politico in cui i politici egoisti continuano a disturbare le normali relazioni internazionali e iniettano più incertezza, nel tentativo di scambiare prestigio politico personale”, secondo Shen Yi, professore alla Fudan University.

Tuttavia, Shen ha osservato che le osservazioni del ministro degli Esteri lituano sono degne di vigilanza: Vilnius riconoscerà diplomaticamente Taiwan? Per quanto riguarda la questione di Taiwan, si dovrebbe prestare molta attenzione a paesi come la Lituania. E dovrebbero essere intraprese azioni punitive contro questi paesi, se attraversano la linea rossa del principio di una sola Cina.

Alcuni paesi non capiscono davvero quanto sia prezioso per una grande potenza come la Cina sottolineare la coesistenza pacifica e il rispetto della sovranità dei piccoli paesi. Dato il tweet di Landsbergis, la possibilità che la Lituania invii diplomatici a visitare l’isola non può essere esclusa, ha detto l’esperto cinese. Ma la Cina risponderà efficacemente e frenerà tali mosse spericolate.

Alcuni politici hanno un’illusione: sembrano credere di poter sfidare in sicurezza la linea rossa della Cina. Una tale illusione può essere risvegliata solo da una fredda realtà. Essere un membro in un campo guidato da Washington non significa che abbia la stessa forza degli Stati Uniti, che possono essere sfruttati con indulgenza. Agli occhi di questi politici, tutto ciò che hanno visto è l’estasi portata dallo sbarco di Pelosi a Taipei, ma hanno ignorato la risposta della Cina, il riconoscimento da parte di Washington della forza della Cina e le potenziali conseguenze affrontate dai secessionisti di Taiwan.

“Quando si trovano di fronte a misure di ritorsione da parte della Cina, si spera che non si lamentino. La parola ‘autoinflitto’ è usata per ritrarli”, ha detto Shen.

Global Times

Ago 03, 2022

I politici che intendono capitalizzare sulla questione di Taiwan dovranno affrontare contraccolpi – Global Times

L’articolo Wang Yi (Cina): “La visita a Taiwan di Nancy Pelosi è stata una farsa assoluta” proviene da .

Powered by WPeMatico