[Resistenza] Calendario 2022 – Le radici del futuro

Alla celebrazione del Centenario della fondazione dell’URSS (30 dicembre 1922) dedichiamo il calendario 2022: ogni mese – ogni pagina – richiama sinteticamente alcune delle conquiste di civiltà e benessere che la classe operaia e le masse popolari hanno conquistato con l’instaurazione e la costruzione del socialismo.

L’URSS è stata il primo paese del mondo a riconoscere tutele e diritti sociali impensabili per l’epoca: nel 1932 l’età pensionabile era di 60 anni per gli uomini e 55 per le donne ed era previsto il prepensionamento per i lavori usuranti. L’URSS è stata il primo paese a istituire un sistema sanitario universale e gratuito; il primo a combattere efficacemente l’analfabetismo e anzi a sfornare “in serie” eccellenze in ogni campo scientifico, artistico e culturale. Concetto Marchesi ricorda in una conferenza del 18 aprile 1945: “Prima della guerra le scuole superiori in Russia erano 91, ora sono 708; e coi 600.000 e più studenti delle scuole superiori l’Unione Sovietica conta più studenti che tutti i grandi Stati europei. Nel 1914 la Russia aveva 231 mila insegnanti, nel 1937 circa un milione; nel 1913 19.785 medici, nel 1937 132.000.

E poi 250.000 ingegneri, 160.000 artisti: un’enorme fioritura intellettuale sorta dal ceppo operaio e contadino”. E’ storia. Ma per il suo contenuto, è tutt’altro che storia passata. è il mondo che dobbiamo conquistare.

Dalla Rivoluzione d’Ottobre e fino alla dissoluzione dell’URSS, la borghesia ha tentato in ogni modo di denigrare i primi paesi socialisti. Non solo aggressioni militari (la “guerra civile” che ha seguito la Rivoluzione d’Ottobre), non solo l’appoggio a Hitler e alla Germania nazista affinché cancellassero l’URSS, ma anche una martellante propaganda anticomunista contro il primo paese socialista della storia, contro i suoi dirigenti e contro il popolo sovietico.

Neppure con il sostegno attivo dei revisionisti moderni che dal 1956 salirono al potere in URSS (”destalinizzazione”) la borghesia imperialista è riuscita a cancellare il segno indelebile che i primi paesi socialisti hanno lasciato nella storia.

Quel segno indelebile è scolpito nell’acciaio, sono i fatti.

Da qui il titolo: cento anni fa, l’umanità ha infranto già una volta il mondo infame diretto dai capitalisti e ha messo le radici del suo futuro.

Formato A3 con copertina e pagine interne a colori. Puoi ordinarlo a carc@riseup.netCosto € 10,00.

Costo spedizione per uno o più calendari con corriere: € 6, consegna in 3/5 giorni.

Puoi acquistare il calendario con un versamento su:

  • Conto Corrente Bancario – IBAN: IT79 M030 6909 5511 0000 0003 018 intestato a Gemmi Renzo.

  • Postepay n. 5333 1711 4473 9212 intestata a Gemmi Renzo – CF: GMMRNZ71T12H223K

Puoi vedere l’anteprima ed effettuare l’ordine a questo link

Libri sullo stesso argomento

Poema pedagogico – Anton Semenovyč Makarenko

416 pagine – 25 euro – Edizioni Rapporti Sociali / Red Star Press

La mia vita con LeninNadezda Kostantinovna Krupskaja
352 pagine – 22,00 euro – Edizioni Rapporti Sociali / Red Star Press

Storia del Partito comunista (bolscevico) dell’URSS – Comitato Centrale del PC(b) dell’URSS

426 pagine – 24 euro – Edizioni Rapporti Sociali / Red Star Press

L’era di Stalin – Ann Louise Strong

142 pagine – 10 euro – Edizioni Rapporti Sociali

Palazzi il lunedì – Sheila Fitzpatrick

32 pagine – 3 euro – Edizioni Rapporti Sociali

I primi paesi socialisti – Marco Martinengo

48 pagine – 3.5 euro – Edizioni Rapporti Sociali

Altre pubblicazioni recenti

Da galeotto a generale – Alessandro Vaia

308 pagine – 20 euro – Edizioni Rapporti Sociali

Il bisturi e la spada. La storia di Norman BethuneSydney Gordon, Ted Allan

con introduzione di Enrique Ubieta Gomez della Brigata Medica Cubana Henry Reeve

344 pagine – 25 euro – Edizioni Rapporti Sociali / Red Star Press

L’offensiva del fascismo e i compiti dell’Internazionale ComunistaGeorgi Dimitrov

128 pagine – 10 euro – Edizioni Rapporti Sociali

Cento fiori. Per il centenario del Partito comunista cinese – autori vari

136 pagine – 10 euro – Edizioni Rapporti Sociali

I Consigli di Fabbrica degli anni Settanta – raccolta di interviste / autori vari

240 pagine – 15 euro – Edizioni Rapporti sociali

Tutti i libri segnalati si possono ordinare a carc@riseup.net

*****

Rinnova o sottoscrivi l’abbonamento annuale a Resistenza

20 euro ordinario – 30 euro simpatizzante – da 50 euro sostenitore

  • Conto Corrente Bancario – IBAN: IT79 M030 6909 5511 0000 0003 018 intestato a Gemmi Renzo.

  • Postepay n. 5333 1711 4473 9212 intestata a Gemmi Renzo – CF: GMMRNZ71T12H223K

Articoli dal numero 11/12 – 2021

*****

Aderisci al P.CARC o sottoscrivi la Tessera Simpatizzante

Il Partito non ha Sezioni in tutte le regioni, in molte zone del paese è presente con una rete di simpatizzanti e contatti.
Estendere la rete del P.CARC e la propaganda comunista fra la classe operaia e le masse popolari, sostenere e coordinare le mille forme di mobilitazione spontanea di fronte agli effetti della crisi, promuovere l’unità di azione fra organismi e singoli che appartengono al movimento comunista (indipendentemente dal partito di appartenenza o dall’appartenenza o meno a un partito o a una organizzazione comunista) è la strada che percorriamo. Insieme allo studio, alla formazione ideologica e al dibattito franco e aperto fra compagni e compagne.

Anche se non vuoi aderire al P.CARC, puoi sostenerci con la Tessera Simpatizzante

Il P.CARC si è posto di diventare un punto di riferimento per tutti i compagni e le compagne che “hanno la falce e il martello nel cuore”. Per alcuni di essi – che cercano un partito a cui guardare – questo significa diventare un riferimento anche in termini organizzativi (adesione e tesseramento), per molti altri, invece, “essere un punto di riferimento” vuol dire essere da stimolo per il dibattito, per il confronto, per l’unità di azione e iniziativa nella pratica a sostegno delle lotte della classe operaia e delle masse popolari, a prescindere dalla tessera o appartenenza politica. Noi non siamo mai stati e non saremo mai in concorrenza con altri partiti comunisti.


La Tessera simpatizzante NON è un vero e proprio vincolo organizzativo, ma il sostegno a una linea che promuove l’unità di azione dei comunisti finalizzata all’organizzazione e alla mobilitazione della classe operaia e delle masse popolari.

Partito dei Comitati di Appoggio alla Resistenza – per il Comunismo (CARC)
Via Tanaro, 7 – 20128 Milano – Tel/Fax 02.26306454

e-mail: carc@riseup.net – sito: www.carc.it

L’articolo [Resistenza] Calendario 2022 – Le radici del futuro proviene da AmbienteWeb.

Powered by WPeMatico