Libertà costituzionali subordinate ad un’autorizzazione governativa”

L’Antidiplomatico: “Pubblichiamo, su segnalazione di Giuseppe Masala che ringraziamo, un passaggio di un articolo molto significativo del Prof. Scarselli, docente di diritto processuale civile presso la facoltà di giurisprudenza all’Università di Siena, pubblicato su Giustizia Insieme”.

 

Nota a Consiglio di Stato 20 ottobre 2021 n. 7045

“In estrema sintesi, a me sembra che un obbligo vaccinale possa darsi solo se il vaccino non presenti rischi che superino la normale tollerabilità per chi lo riceva. La situazione attuale non sembra presentare, oltre ogni ragionevole dubbio, queste caratteristiche; e desta comunque una certa preoccupazione vedere che si possa risolvere un tema così delicato con strumenti totalmente discrezionali quali quello del Bilanciamento rischi/benefici, che possono portare taluni ad affermare una cosa, ed altri ad affermarne un’altra. E può preoccupare, poi, che si trasformi in “diritto tiranno” semplicemente quello che è un “diritto inviolabile”, ovvero la libertà personale, così come lo stesso art. 13 Cost. lo qualifica. E preoccupa ancora che il diritto alla libertà personale sia ormai da molti relegato in uno sfondo, considerato un residuo liberale del passato, tanto che non si ha alcun imbarazzo e alcuna difficoltà a comprimerlo come mai precedentemente era avvenuto nella nostra storia della Repubblica, fino a teorizzare il sacrificio individuale in funzione dell’interesse comune. 3.1. In questi giorni si sta parlando di condizionare il mantenimento del green pass alla terza dose di vaccino, si sta valutando l’istituzione di un nuovo lockdown per i soli non vaccinati, oppure la soppressione dei test tamponi per ottenere il green pass. Non è da escludere che, dopo la terza dose, seguirà forse la quarta, e poi una quinta, e così di seguito, e allora questa sarà la nuova regola: che l’esercizio delle libertà costituzionali è subordinato alla concessione di una autorizzazione governativa, e il Governo ti concede questa autorizzazione solo a tempo determinato, e solo dopo che tu, di volta in volta, hai provveduto all’adempimento dei precetti che ti sono stati comandati. Ecco, avverso questa prospettiva, che credo non vi sia bisogno di sottolineare essere contraria ad ogni regola costituzionale, la vigilanza, a mio parere, diventa un dovere, e il dubbio che la questione, a questo punto, non abbia solo carattere sanitario, può legittimamente formarsi”.

Qui per la lettura completa dell’Articolo del Prof. Scarselli 

17 Novembre 2021

Prof. Scarselli: “Avverso una prospettiva in cui le libertà costituzionali sono subordinate ad un’autorizzazione governativa” – OP-ED – L’Antidiplomatico (lantidiplomatico.it)

 

L’articolo Libertà costituzionali subordinate ad un’autorizzazione governativa” proviene da AmbienteWeb.

Powered by WPeMatico